mediaresenzaconfini

ADR a 360 gradi Conciliazione, mediazione , arbitrato, valutazione neutrale, medarb e chi ne ha più ne metta


Commissione giuridica e per i diritti umani
Accesso alla giustizia e Internet: potenzialità e sfide

Rapporto adottato all’unanimità il 2 novembre 2015

Relatore: Jordi Xuclà, Spagna, Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa

A. Bozza di risoluzione
1. L’Assemblea ribadisce che l’accesso alla giustizia è un elemento fondamentale di uno Stato democratico che voglia dirsi stato di diritto, e un prerequisito per un efficace godimento dei diritti umani delle persone. Tuttavia, si fa notare che l’accesso al sistema giudiziario spesso comporta costi elevati in termini di tempo e denaro e può essere ostacolato dalle risorse limitate dei tribunali.
2. Sforzi sono stati fatti da un certo numero di Stati per riformare il processo delle corti in modo da accelerare le procedure e di rendere più accessibili, in particolare attraverso l’utilizzo delle moderne forme di tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT).
3. L’Assemblea accoglie con favore il maggiore uso di strumenti ICT come i fascicoli elettronici, i portali intranet, la videoconferenza, i sistemi di gestione dei casi, i moduli di calcolo automatici per i casi riguardanti la fornitura di titoli e le banche dati per facilitare la condivisione delle informazioni, che hanno non solo il potenziale di semplificare e accelerare le procedure, ma anche di migliorare la coerenza e la prevedibilità dei risultati.
4. L’Assemblea osserva inoltre che la ICT ha spianato la strada per il perseguimento della risoluzione alternativa delle controversie (ADR) via Internet, per mezzo delle cosiddette procedure di risoluzione delle controversie online (ODR). L’uso di Internet per risolvere le controversie sembra destinato a crescere, dato l’aumento notevole dell’e-commerce e dell’e-governance, che stanno semplificando l’interazione tra gli individui, le imprese e i governi.
5. L’Assemblea incoraggia gli Stati membri a promuovere e a sviluppare ulteriormente i meccanismi di ODR, riconoscendo alle procedure di ODR la potenzialità di comporre le controversie più rapidamente, a buon mercato e con minor conflittualità rispetto al contenzioso. I meccanismi ODR possono fornire una maggiore flessibilità in termini delle procedure impiegate e dei rimedi prescritti.
6. Pur considerando che le procedure di ODR e le ICT possono contribuire a facilitare l’accesso alla giustizia, l’Assemblea riconosce anche che ci sono svariate sfide insite nell’uso dell’ODR e delle procedure ICT per la composizione delle controversie, che includono le questioni tecniche, le diseguaglianze nell’accesso individuale alle risorse online, i problemi di privacy e quelli che riguardano l’esecuzione delle decisioni. Si sottolinea pertanto la necessità di salvaguardare i diritti sanciti dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo (ETS n ° 5), e in particolare il diritto ad un processo equo (articolo 6) e il diritto a un ricorso effettivo (articolo 13).
7. Alla luce di quanto sopra, l’Assemblea invita i membri del Consiglio d’Europa:
7.1. a mettere le procedure volontarie di ODR a disposizione dei cittadini nei casi appropriati; a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla disponibilità degli stessi, e a creare incentivi per la partecipazione a tali procedure, anche promuovendo l’esecuzione extragiudiziale delle decisioni ODR e, migliorando la conoscenza dei professionisti legali circa gli ODR;
7.2. a garantire che le attuali e future procedure di ODR garantiscano la conformità al dettato degli articoli 6 e 13 della Convenzione europea dei diritti dell’uomo, che può includere l’accesso alla consulenza legale;
7.3. a garantire che le parti coinvolte nelle procedure di ODR vedano preservato il diritto ad accedere a una procedura giurisdizionale che soddisfi la esigenza di un processo equo ai sensi dell’articolo 6 della Convenzione;
7.4. ad impegnarsi nello sviluppo di norme minime comuni che i fornitori di ODR devono rispettare, tra l’altro, al fine di garantire che le loro procedure non favoriscano ingiustamente i litiganti abituali a scapito di quelli occasionali, e si sforzino di creare un sistema comune di fornitori accreditati di ODR che soddisfino tali standard;
7.5. continuino a seguire gli sviluppi tecnologici, al fine di promuovere l’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione all’interno tribunali al fine di migliorare l’efficienza giudiziaria, garantendo procedure eque e trasparenti, la sicurezza dei dati, la privacy, così come la formazione adeguata e continua del personale giudiziario e degli avvocati sull’uso lecito ed efficace delle ICT nei procedimenti giudiziari.

http://website-pace.net/documents/19838/1085720/20151026-InternetAccess-EN.pdf/8d3c44d4-da6c-4dac-ab15-94dc1fcc5d48

One thought on “Che cosa pensa il Consiglio d’Europa sull’uso della tecnologia per la composizione delle controversie

  1. Giorgio ha detto:

    Grazie

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

marfilblog.wordpress.com/

Palati esigenti per gusti chiari

AVVOCATOLO

Non tutto l'oro luccica, ma difficilmente puzza.

L'una di voi

Relazioni: Ne avete sentito parlare?

avvmariateresadeluca

Diritto & Dintorni

Help Traduzioni - Studio di traduzioni e comunicazione web

Traduzioni, comunicazione e web marketing

katherinukwwydvh

Smile! You’re at the best WordPress.com site ever

cinziacar

Just another WordPress.com site

Voglio Sfogarmi

Quando non si puo' parlare, si scrive... sfoghiamoci a 360 gradi!

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

La Magia delle Parole

Tutti i nostri sogni possono diventare realtà se abbiamo il coraggio di perseguirli!

Roberto Chessa

live your dream

Soliloquio in compagnia

Una delle cose che succede quando scrivi sulla tua vita è che educhi te stesso. Andy Warhol

Ombreflessuose

L'innocenza non ha ombre

Organismo di mediazione forense di Bologna

In mediazione non si tratta di decidere, di ‘tagliare’ con la spada della giustizia (G.Cosi)

Sendreacristina

Opere. (tell : 3403738117 )

Don Charisma

because anything is possible with Charisma

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: